sabato 12 agosto 2017

Dirty Dreams: il sogno si avvera

Secondo titolo orribile che rimanda al kitsch degli anni '90. Abbiate pietà di me.
Come promesso in questo post, sono ora qui per informarvi finalmente che
Dirty Dreams è tornato!


La nuova, stupenda copertina è stata affidata alle mani esperte di quella bella persona che è Samantha M., che con grande pazienza si è appresta ad aiutarmi a completare tutti i passaggi del re-publishing,  dell'ebook ma soprattutto della versione cartacea.

Non è bellissima?
Perché, ebbene sì, questa volta Dirty Dreams appare in vesti molto concrete. ;)

L'ebook è disponibile pressappoco in tutti gli store digitali (Amazon, kobo, libreriauniversitaria etc). In alcuni è ancora in fase di caricamento mentre in altri è già pronto per il download.
La versione cartacea è invece acquistabile soltanto su Amazon, precisamente a questo indirizzo.
Non è un amore?

So di essere banale nelle mie frasi di chiusura, ma mi sembra sempre doveroso dedicare una parentesi per ringraziare chi ha creduto - e chi crede tutt'ora - in me.
Scrivere è una di quelle attività tortuose, contraddittorie, caotiche, che rappresentano una medaglia le cui facce si alternano nella luce e nell'ombra e a volte rischiano di diventare una croce, più che una delizia.
Ma nello scrivere è compresa anche quella parte invisibile che sono i lettori e le lettrici. Quelle persone che spesso sono nel silenzio ma che fanno a un autore il regalo più grande che possa ricevere: leggono. Leggono e apprezzano, leggono e conservano, leggono e si affezionano, leggono e s'innamorano, leggono e - qualche volta - vengono da me per farmelo sapere.
Grazie a voi.
Davvero.