mercoledì 10 febbraio 2016

[Non-recensione] Il custode delle anime - Maurizio Bonfiglio

Titolo: Il custode delle anime
Autore: Maurizio Bonfiglio
Editore: Zero91
Anno: 2012
Num. Pagine: 299
Prezzo: 17.00€


Trama:
Un misterioso scrittoio senza alcun valore apparente. Ecco cosa riporta a Torino Richard Setti, un antropologo italo-americano che collabora con l'FBI. Ma cosa lo aspetta davvero? Una serie di delitti ispirati alla Passione di Cristo, un vecchio amico ispettore che indaga sulla misteriosa catena di omicidi e un improvviso amore per una ragazza salvata da alcuni balordi. Ma il destino di Richard sembra essere strettamente legato al ritrovamento di una lettera sorprendente, custodita all'interno del vecchio mobile, che farà incontrare il suo animo razionale con l'aura magica e penetrante di Gustavo Rol: un medium dotato di poteri incredibili che, secondo quanto è scritto, è capace di scardinare le regole del Tempo e di far confluire il corso del passato in quello del futuro. L'assassino intanto sembra inarrestabile. Gli investigatori sulle tracce dell'efferato omicida e dell'atroce segreto che alimenta la sua furia si ritroveranno invischiati in una storia che supera la realtà. Un thriller che rende omaggio alla memoria di Gustavo Rol, al suo "dono" straordinario che ha spostato il confine del tangibile e della finitezza dell'essere umano.

La non-recensione:


mercoledì 3 febbraio 2016

Il ritorno di Livin (e l'arrivo delle non-recensioni)

Grandi cambiamenti in casa Livin (che non si chiama proprio così ma passatemi la licenza).
I grandi cambiamenti, soprattutto quelli annunciati, hanno sempre mosso la necessità di preparativi adeguati, o comunque hanno sempre comportato una serie di modifiche nella psiche di chi è in procinto di subirli.

Il mio grande cambiamento avverrà il 1° di marzo, data che credo diventerà storica per la sottoscritta, e in attesa che arrivi il fatidico giorno mi sono messa un po' a riflettere su cosa fare, cosa non fare, cosa recuperare e cosa lasciare indietro.

Forse non tutti gli addetti ai lavori sanno che per un lungo periodo ho dato il mio tempo al literary-blog Scrittevolmente (che fu anche citato da Repubblica come uno dei blog letterari più influenti nella terra del tricolore), il quale, dopo anni di onorato servizio, ha chiuso i battenti perché gli admin - tra i quali io - hanno preso strade diverse e inconciliabili con un sito che per mantenere la sua qualità avrebbe meritato ben altre attenzioni.
In questo blog, così come nell'ancora vivace Sognando Leggendo, ho rivestito ruoli di articolista e, più spesso e con più successo, di recensore.
Du-du-duuuuuun.